Scuola di Economia e Management

Università di siena 1240
  • Italiano
  • English

Curriculum Banca e Finanza

Il curriculum Banca e Finanza affronta in modo integrato i fondamenti dell'intermediazione bancaria, assicurativa e dei mercati finanziari, con attenzione particolare per i profili macro e micro dell'economia finanziaria. Esso è stato infatti progettato con orientamento allo studio delle modalità di allocazione e diffusione delle risorse in condizioni di incertezza, delle modalità di esercizio del credito alle imprese e dell’attività assicurativa, nonché del funzionamento dei mercati finanziari. Il progetto, opportunamente aggiornato e rivisto, in particolare con un rafforzamento dell'orientamento interdisciplinare, rappresenta l'evoluzione degli studi di economia e banca (per la formazione di laureati di primo livello) che hanno storicamente caratterizzato la Sede.

OBIETTIVI FORMATIVI

Il corso si propone di formare laureati che possiedano:

- una conoscenza approfondita dei processi di intermediazione finanziaria e dei mercati dei capitali;

- le competenze economiche e tecnico-finanziarie necessarie a valutare le scelte di investimento, finanziamento e copertura contro i rischi da parte di famiglie e imprese attraverso i circuiti finanziari diretti e indiretti o il ricorso al settore assicurativo;

- la capacità di inquadrare correttamente i fenomeni finanziari e creditizi in un più ampio contesto macroeconomico, sia interno sia internazionale;

- le conoscenze dei profili regolamentari e normativi degli intermediari e dei mercati finanziari.

 

Lo svolgimento di tirocini curriculari presso banche o assicurazioni e i periodi di studio all’estero sono incoraggiati e favoriti dall’esistenza di numerosi accordi di cooperazione con qualificate università europee (in particolare attraverso i programmi Erasmus e Erasmus Placement).

REQUISITI DI AMMISSIONE

Le conoscenze per l'accesso al corso di laurea sono quelle acquisite a livello di scuola media superiore, con particolare riferimento al campo matematico, oltre ad una buona cultura generale di base. I contenuti specifici delle conoscenze matematiche richieste per l'accesso saranno indicati nel regolamento didattico del corso di studio. È, inoltre, richiesta la conoscenza della lingua inglese almeno a livello A2/2 (CEFR).

La valutazione della preparazione iniziale dello studente avverrà secondo i criteri e le modalità definite in dettaglio nel regolamento didattico del corso di studio. Si baserà su un test, elaborato e condotto su base nazionale, atto ad accertare l'attitudine e la preparazione minima necessaria richiesta per affrontare gli studi economici, mediante prove di comprensione verbale, di conoscenze di base in campo matematico e semplici problemi di logica elementare. La valutazione della conoscenza della lingua inglese avverrà mediante prove svolte in collaborazione con il Centro Linguistico dell'Ateneo di Siena. Il regolamento didattico del corso di studio stabilisce gli obblighi formativi aggiuntivi previsti nel caso di valutazione non positiva del test di accesso e della prova di conoscenza della lingua inglese, anche sotto forma di specifici corsi di recupero in matematica e in lingua inglese organizzati dalla Scuola.

AMBITI PROFESSIONALI E OCCUPAZIONALI

Oltre che trovare impiego in settori tradizionali della intermediazione finanziaria, quali banche e assicurazioni (front e back-office, personale amministrativo, addetti alla vendita, consulenti), il laureato potrà inserirsi nell'ambito di uffici studi di organismi e di enti di ricerca, nel settore della gestione della responsabilità sociale ed ambientale d'impresa; nel settore della gestione e del controllo nella pubblica amministrazione e nelle imprese private; nel campo della gestione del personale e dell'organizzazione del lavoro; nel settore della valutazione ed elaborazione di progetti.

Nello specifico il laureato potrebbe scegliere fra i seguenti sbocci professionali: mansioni di sportello e di agenzia; monitoraggio dei processi di affidamento e sottoscrizione dei rischi; servizi commerciali e produzione dei contratti; consulenza finanziaria e servizi retail; uffici studi ed enti di ricerca, pubblici e privati; gestione e controllo nella Pubblica Amministrazione e nelle imprese; valutazione dei progetti ed organizzazione del lavoro.