Scuola di Economia e Management

Università di siena 1240
  • Italiano
  • English

Management e Governance (MaGo)

Il corso di laurea magistrale

Il Corso di Laurea magistrale in Management e Governance (Classe delle lauree magistrali in Scienze economico-aziendali LM-77) si propone di trasmettere agli studenti un'ampia ed approfondita conoscenza delle tematiche relative al governo e alla gestione d'impresa.

E' destinato a laureati in possesso di una solida preparazione di base nelle discipline economico-aziendali che desiderino approfondire le proprie conoscenze nei profili sia teorici e metodologici sia operativi.

Gli studenti saranno formati su moderne teorie economico-manageriali, concetti, tecniche ed applicazioni. Tale formazione consentirà loro l'accesso alla professione di Dottore Commercialista, nonché lo svolgimento dell'attività di Revisione legale dei conti.

Importanti obiettivi riguardano la formazione degli studenti su specifici strumenti per analizzare le problematiche economiche, sociali, giuridiche, culturali e tecnologiche per consentire un'adeguata applicazione delle conoscenze teoriche nell'analisi e risoluzione di problematiche specifiche. Particolare attenzione è posta sulle evoluzioni recenti e sulle grandi direttrici di cambiamento del contesto operativo aziendale al fine di trasmettere agli studenti adeguate competenze relative ai processi di governo, di gestione, di organizzazione e di rilevazione nei vari tipi di imprese, operanti in differenti settori (pubblici e privati), sia in contesti nazionali che internazionali.

Il piano didattico conta su un corpo docente specializzato e dotato di una consolidata esperienza nella didattica e nella ricerca sui diversi profili della gestione aziendale.

 

Requisiti di ammissione

Il regolamento didattico del corso di studio definisce i requisiti curriculari per l'ammissione alla laurea magistrale in Management e Governance con riferimento alle conoscenze della lingua inglese ed informatiche, alle diverse classi di laurea di primo livello o al numero di crediti formativi da acquisire in specifici settori disciplinari per i laureati in classi differenti da quelle specificate, nonché alla votazione di laurea.

In particolare, le conoscenze richieste per l'accesso al corso di laurea magistrale in Management e Governance riguardano principalmente gli ambiti economico, aziendale, matematico-statistico e giuridico. Sono richieste altresì abilità informatiche di base almeno al livello dell'ECDL core, e la conoscenza della lingua inglese, corrispondente almeno al livello B1 del Quadro di riferimento delle lingue del Consiglio d’Europa per accedere al curriculum DeCA e almeno al livello B2 per accedere al curriculum AMa.

Per i laureati in possesso di titolo di studio conseguito all'estero, le conoscenze richieste per l'accesso verranno definite dal regolamento didattico del corso di studio in base ai contenuti minimi ritenuti necessari per le diverse aree disciplinari, ivi comprese quelle linguistiche.

Ai fini dell'ammissione al corso di studio, gli studenti in possesso dei previsti requisiti curriculari devono superare una prova selettiva per la verifica della preparazione personale, le cui modalità sono definite dal regolamento didattico del corso di studio.

La prova di ammissione per la verifica della preparazione personale, che vale tanto per gli studenti provenienti da Università italiane quanto per quelli provenienti da Università straniere, ha natura selettiva e viene svolta in forma scritta, mediante la soluzione di quesiti a risposta multipla.

Saranno esonerati dalla prova di ammissione i laureati in possesso dei previsti requisiti curriculari che abbiano conseguito il titolo di studio con una votazione superiore ad una soglia minima definita dal regolamento didattico del corso di studio (95/110). Il regolamento didattico del corso di studi potrà altresì definire modalità specifiche di valutazione della preparazione iniziale dei laureati di Università straniere, anche con riferimento alle necessarie conoscenze linguistiche.

 

PROVA DI AMMISSIONE

La prova di verifica della preparazione personale si svolge in forma scritta, mediante la soluzione di quesiti a risposta multipla aventi oggetto argomenti di Economia aziendale, Ragioneria, Programmazione e Controllo di gestione, Economia e gestione delle imprese e Marketing.

Il numero dei quesiti, i criteri di valutazione e il dettaglio degli argomenti su cui essa verterà, con l'indicazione dei testi suggeriti per la preparazione è disponibile al link “Contenuti e modalità prova di ammissione”.

 

Sono ammessi direttamente, senza necessità di sostenere la prova di verifica:

a. i laureati in possesso dei requisiti curriculari di cui all'articolo 7 del regolamento didattico del corso di studio con votazione di laurea pari o superiore a 95/110;

b.  i laureandi in possesso dei requisiti curriculari di cui all'articolo 7 del regolamento didattico del corso di studio che abbiano acquisito un minimo di CFU nei seguenti gruppi di SSD:

  • SECS-P/07 - Economia aziendale, SECS-P/08 - Economia e gestione delle imprese, SECS-P/09 - Finanza aziendale, SECS-P/10 - Organizzazione aziendale, SECS-P/11 - Economia degli intermediari finanziari, almeno 24 CFU
  • SECS-P/01 - Economia politica, SECS-P/02 - Politica Economica, SECS-P/03 - Scienza delle finanze, SECS-P/12 - Storia economica, almeno 12 CFU
  • SECS-S/01 - Statistica, SECS-S/03 - Statistica economica, SECS-S/06 - Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie, MAT/02 - Algebra, MAT/03 - Geometria, MAT/05 - Analisi matematica, MAT/06 - Probabilità e statistica matematica, MAT/08 - Analisi numerica, MAT/09 - Ricerca operativa; almeno 12 CFU

e che abbiano conseguito, negli esami previsti dai rispettivi piani di studio nell’ambito di tali SSD, una votazione media ponderata non inferiore a 26/30.

 

Sbocchi professionali

Il laureati magistrali saranno in grado di lavorare in imprese private e pubbliche, ricoprendo ruoli dirigenziali e di responsabilità operativa, così come di svolgere attività di consulenza sia in Italia, sia all'estero. Saranno inoltre capaci di gestire la propria impresa o implementarne la crescita, di attuare un percorso di sviluppo all'estero e di dare avvio a nuove iniziative imprenditoriali.

Il Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance consente inoltre agli studenti l’accesso alla professione di Dottore Commercialista, nonché lo svolgimento dell’attività di Revisione legale dei conti.

 

Profilo professionale dei laureati

Il laureato magistrale in Management e Governance dispone di un potenziale culturale che gli consente di confrontarsi con un mercato del lavoro estremamente ampio e variegato

Le dinamiche socio-economiche attuali, infatti, impongono a tutte le organizzazioni di sopportare un grande sforzo di rinnovamento culturale, teso ad innalzare il livello di professionismo del lavoro ed a sostituirlo all'empirismo ancora oggi in moltissimi casi dominante. Questo ineluttabile trend costituisce una formidabile opportunità per i laureati magistrali in Management e Governance

Del pari, anche il mondo delle professioni richiede una cultura di base ampia ed aggiornata, sulla quale innestare successivamente il patrimonio tecnico-culturale specialistico di riferimento. In tale direzione, in particolare, il corso di laurea magistrale in Management e Governance consente l’accesso alla professione di Dottore Commercialista ed all’attività di Revisione legale dei conti.

Il Corso di Laurea prepara i laureati magistrali ad assumere ruoli di responsabilità direzionale all'interno delle imprese, sia in funzioni di staff che di linea manageriale; intraprendere un'attività imprenditoriale autonoma, comprendendo in ciò quella dell'esercizio delle professioni e dell'attività di consulenza (contabile ed aziendale); assumere ruoli di responsabilità in organismi istituzionali (Camere di Commercio, Associazioni di categoria, Enti locali, Organismi internazionali, ecc.). Consente altresì l'acquisizione delle competenze e conoscenze per ricoprire ruoli di direzione e controllo nelle Amministrazioni Pubbliche, nelle Utilities e nelle organizzazioni del settore no-proifit. Infine, il Corso di Laurea consente ai laureati magistrali di acquisire una approfondita conoscenze delle caratteristiche e tendenze dei mercati internazionali, primo passo necessario per una carriera internazionale.

Piani di studio dei curricula del Corso di Laurea Magistrale in Management e Governance