Scuola di Economia e Management

Università di siena 1240
  • Italiano
  • English

Economia e Gestione degli Intermediari Finanziari (EGIF)

Piani di studio e prove di ammissione

Il Corso di Laurea magistrale in Economia e Gestione degli Intermediari Finanziari (Classe delle lauree magistrali in Scienze Economico-aziendali LM-77) è stato progettato con l'obiettivo di fornire la formazione che oggi si richiede per un inserimento qualificato nelle banche e nelle assicurazioni. E' destinato a laureati in possesso di una buona preparazione di base, che desiderino acquisire conoscenze avanzate sui profili più attuali e rilevanti per l’operatività delle principali categorie d’intermediari finanziari.  Il piano didattico conta su un corpo docente specializzato e dotato di una consolidata esperienza nella didattica e nella ricerca sui contenuti del corso di studio, nelle diverse aree tematiche.

L’organizzazione interdisciplinare del piano didattico copre con insegnamenti a livello avanzato le principali dimensioni di analisi delle imprese finanziarie. Gli insegnamenti dell'area banca-finanza affrontano le politiche e le strategie gestionali  per tipologie di rischi e per aree di operatività. Le materie economiche servono a capire la morfologia, la regolamentazione  e le fragilità dei  sistemi finanziari, con una prospettiva di analisi  a  livello internazionale e dell'area euro. Le discipline a contenuto normativo sono finalizzate all'analisi degli assetti istituzionali in cui operano gli intermediari, con particolare riferimento alla disciplina dell'Unione Europea e al diritto societario. Alcuni insegnamenti a contenuto quantitativo servono a fornire una conoscenza dei metodi per le analisi empiriche e per la valutazione dei rischi degli strumenti finanziari.

E’ prevista la possibilità di svolgere tirocini curriculari presso banche e assicurazioni, purchè a elevato contenuto formativo. 

Sono disponibili numerosi programmi Erasmus presso qualificate Università europee: i criteri di riconoscimento adottati e l’attenzione alla preparazione linguistica intendono incoraggiare gli studenti a svolgere all’estero una parte del loro percorso formativo.

 

REQUISITI DI AMMISSIONE

I requisiti di ammissione (definiti “curriculari”) sono previsti per assicurare che tutti gli studenti abbiano la formazione di base necessaria per seguire con profitto gli insegnamenti del corso di studio. I requisiti curriculari, quando richiesti, sono necessari per l’iscrizione, perché non è consentito iscriversi alle lauree magistrali con debiti formativi.

I. Ammissione diretta

Sono ammessi senza verifica dei requisiti curriculari i laureati presso l’Ateneo di Siena in Scienze Economiche e Bancarie, Economia dei Mercati Finanziari, Economia Bancaria, Economia delle Istituzioni e dei Mercati Finanziari.

II. Ammissione con verifica dei requisiti curriculari

I laureati provenienti da Atenei diversi da quello di Siena e i laureati con titolo di studio diverso da quelli che danno diritto all’ammissione diretta devono trasmettere all’Ufficio Studenti e Didattica del Dipartimento DISAG il loro piano di studi e l’altra documentazione richiesta per la verifica dei requisiti curriculari, in base alle indicazioni che saranno rese disponibili sul sito dell’Ateneo all’apertura delle iscrizioni.

La verifica dei requisiti curriculari è fatta dal Comitato per la Didattica, in base ai criteri sotto specificati.

1. I candidati all’ammissione che hanno conseguito la laurea in una classe dell’area economico-statistica (classi L-18, L-33, L-41 dei nuovi ordinamenti basati sul DM 270/2004; classi 17, 28, 37 degli ordinamenti basati sul DM 509/1999) devono  aver acquisito durante il percorso di studio almeno 12 crediti nell’area banca-finanza (Settori  SECS-P/09, SECS-P/11);  almeno  12 crediti nell’area matematica (Settori SECS-S/06, MAT/01-09);  almeno 12 crediti nell’area economica (in almeno uno dei seguenti Settori SECS-P/01-02-03-05-06-12).E' ammessa una tolleranza fino ad un massimo di 3 CFU. Tale margine di tolleranza può applicarsi ad uno o più dei tre gruppi di SSD, fermo restando che il totale dei CFU per le tre aree disciplinari non deve essere inferiore a 36.  I candidati devono avere inoltre una conoscenza almeno a livello B1 della lingua inglese e dei principali strumenti informatici (in particolare, elaborazione testi e fogli di calcolo).

Per i laureati in possesso di un titolo di studio diverso da quelli di cui al precedente punto 1. sono richiesti i seguenti requisiti curriculari:

Votazione di laurea non inferiore a 105/110;

Conoscenza della lingua inglese almeno a livello B1;

Adeguata capacità di utilizzo dei principali strumenti informatici (in particolare elaborazione testi e fogli elettronici di calcolo);

Aver acquisito almeno 60 CFU all'interno degli ambiti disciplinari economico, economico-aziendale, matematico, statistico, finanziario, giuridico, e , in particolare, almeno: 12 CFU nell'area banca-finanza, in alemeno uno dei seguenti SSD: SECS-P/09, SECS-P/11; 12 CFU nell'area matematica, in almeno uno dei seguenti SSD: SECS-S/06, MAT/01-09; 12 CFU nell'area economica, in almeno uno dei seguenti SSD:SECS-P/01,SECS-P/02,SECS-P/03,SECS-P/05,SECS-P/06,SECS-P/12. E' ammessa una tolleranza fino ad un massimo di 3 CFU. Tale margine di tolleranza può applicarsi ad uno o più dei sopraelencati gruppi di SSD, fermo restando che il totale dei CFU per le tre aree disciplinari non deve essere inferiore a 36.

 

Prova di Ammissione

I candidati con un voto di laurea inferiore a 95/110, se la media degli esami curriculari è inferiore a 26/30, devono sostenere un test di ammissione. Il test di ammissione può essere sostenuto anche prima del conseguimento della laurea.

 

SBOCCHI PROFESSIONALI

Banche

Imprese di Assicurazione

Società di revisione e di consulenza

Autorità di vigilanza

 

PROFILO PROFESSIONALE DEI LAUREATI

Addetti alla gestione finanziaria

Valutazione e gestione dei rischi finanziari e di credito

Controlli interni e programmazione strategica

Rapporti con le autorità di vigilanza

Promozione e sviluppo commerciale